Gesù romantico

  • Prodotto da: Lateran University Press

40.00€
In Saldo: 36.00€
 10% di sconto

Da inserire:
  • Titolo: Gesù romantico
  • Autore: Xavier Tiliette
  • Collana: : Memoria Viva - 10
  • EAN (ISBN): 9788846509529
  • Lingua: Italiana
  • Anno: 2014
  • Pagine: 524 pp
  • Dimensioni: 13,5x21 cm
  • Rilegatura: Rilegato

Descrizione
In questo studio Xavier Tilliette, colui che ha dato forma e legittimità alla cristologia filosofica, scandaglia con agilità estrema e sconfinata erudizione i fondali sterminati del romanticismo. L’ombra del Cristo errante accompagna gli scrittori romantici e nonostante i rintocchi funebri della morte di Dio, il Cristo rimane riferimento sorgivo e sopravvive con tratti molteplici nelle diverse forme della sensibilità romantica. In particolare la confessione a Cesarea di Filippo e soprattutto l’orto degli ulivi sono i due luoghi eminenti della cristologia romantica. Negli autori che si susseguono, da Jean Paul a Hölderlin, da Novalis a Schleiermacher, da Lamartine a Lamennais, da de Vigny a Musset e G. de Nerval, fino ai due romanzieri simbolo, Balzac e Dostoevski, e nella schiera innumerevole di epigoni e autori minori, l’autore rinviene costantemente la traccia di Colui del quale il romanticismo non è riuscito o non ha voluto liberarsi; fosse anche solo come il peso di un’assenza, la tristezza di un non esserci più, il Cristo continua ad albergare il cuore di ogni uomo anche nel secolo cosiddetto della morte di Dio.

Biografia
Xavier Tilliett. Nasce nel 1921 a Corbie nella Francia settentrionale. Sacerdote gesuita nel 1951, dal 1947 al 1949 e poi dal 1954 al 1957 insegna filosofia nel Collegio San Luigi Gonzaga a Parigi; dal 1961 al 1966, insegna filosofia anche nella Facoltà gesuita di Chantilly. Nel 1969 consegue il dottorato alla Sorbona con un’epocale tesi su Schelling (Schelling une philosophie en devenir, 2 vol, 1970). Dal 1969 al 2000 tiene corsi all’Institut Catholique de Paris e alla Pontificia Università Gregoriana di Roma. La proposta speculativa più originale è il contributo allo statuto e all’elaborazione della cristologia filosofica che prende forma in numerosissimi saggi e monografie quali: Filosofi davanti a Cristo (1989), Il Cristo della filosofia (1990), La cristologia idealista(1986), La settimana santa dei filosofi (1992).

Antonio Sabetta
È docente di teologia fondamentale presso la Pontificia Università Lateranense e Preside dell’ISSR “Ecclesia Mater”. Per la LUP ha pubblicato: I “lumi” del cristianesimo (2006), Dal senso cercato al senso donato (2009), Teologia e cristologia (2012), L’esistenza di Dio tra (in)evidenza e “probabilità (2014). Per la collana “Memoria Viva” ha curato l’edizione di
Y.M.-J. Congar, Teologia (2011).


Prodotto inserito in catalogo venerdì 05 giugno, 2015.

@ 2016 Lateran University Press - Manutenzione Web a cura dell'U.C PUL