La questione sociale da papa Leone a Francesco

  • Prodotto da: Lateran University Press

24.00€
In Saldo: 21.60€
 10% di sconto

Da inserire:
  • Titolo: La questione sociale da papa Leone a Francesco
  • Autore: Maurizio Ormas
  • Collana: Prospettive 13
  • EAN (ISBN): 9788846511713
  • Lingua: Italiana
  • Anno: 2017
  • Pagine: 280 pp
  • Dimensioni: 17x24 cm
  • Rilegatura: Brossura

Descrizione
Perché i papi da un certo momento hanno scritto encicliche sociali? Prima di allora, la Chiesa non aveva un insegnamento in materia? È la società che rende cattivo l’uomo o viceversa? Per rispondere a queste domande occorre seguire, enciclica dopo enciclica e senza trascurare il Concilio Vaticano II, il tragitto del magistero pontificio rispetto alle problematiche sociali degli ultimi due secoli. Ne emerge un pensiero sempre attuale, capace di interpretare i singoli momenti storici e di proporre risposte che hanno spesso anticipato le migliori acquisizioni della cultura contemporanea. La fraternità e la solidarietà tra i singoli e tra i popoli, la pace come frutto della giustizia, i diritti dell’uomo che precedono gli ordinamenti degli stati, l’equità come fondamento della giustizia e della legalità, il valore del lavoro come occasione per la realizzazione personale e sociale di sé, la sussidiarietà come condizione di una soggettività sociale più ricca, il bene comune invece degli interessi di parte, i diritti educativi della famiglia di fronte allo stato e l’impegno delle religioni a favore della pace perché «solo la pace è santa e nessuna violenza può essere perpetrata in nome di Dio, perché profanerebbe il suo Nome» (Francesco), anche grazie al magistero sociale cattolico, sono ideali ormai acquisiti da larga parte dell’umanità, spesso sanciti nelle convenzioni internazionali.

Biografia
Maurizio Ormas
È docente di Magistero Sociale presso la Pontificia Università Lateranense di Roma e di Teologia Morale presso la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna. In La libertà e le sue radici (Effatà Editrice), ha studiato le radici cristiane dell’Europa e il dualismo tra i poteri spirituale e temporale che, tra il Tardo Antico e il Rinascimento, ha favorito le prime esperienze di libertà e l’acquisizione dei primi elementari diritti personali e sociali in Occidente. La sua attività accademica si è rivolta invece alla teologia pastorale, all’etica sociale e alla bioetica. Questo indirizzo di insegnamento lo ha portato ad approfondire la storia degli interventi che i sommi pontefici, negli ultimi due secoli, hanno dedicato alla vita degli uomini in quanto esseri sociali e cittadini della comunità degli stati.


Prodotto inserito in catalogo mercoledì 13 settembre, 2017.

@ 2016 Lateran University Press - Manutenzione Web a cura dell'U.C PUL